Un “vero” agriturismo in Umbria

by Francesca on 10/09/2010

L‘agriturismo la Corte del Lupo è uno splendido casale, immerso nel verde e perso tra le colline umbre – tanto che, per arrivarci, dovrete perdervi anche voi e non in senso metaforico!

Situato a 1.600 metri  (niente afa e niente zanzare), vicino ad Assisi, Gubbio, numerosi parchi regionali (come quello del monte Cucco, di cui alla foto sotto, o quello del monte Subasio) e splendidi borghi (come Spello), mi è piaciuto soprattutto perchè si tratta un “vero” agriturismo. Mi spiego.

In Toscana e in Umbria (per fortuna non in altre regioni di Italia) mi era capitato spesso di finire in alberghi mascherati da agriturismi: posti dove mi hanno servito pasta Barilla a cena e biscotti Mulino bianco a colazione – cosa che, ovviamente, adombrava sospetti anche sulla provenienza degli altri cibi. Alla Corte del Lupo non è così.

Prima di ogni cena, Andrea (uno dei giovani proprietari) illustra nei dettagli la composizione di ogni piatto e la provenienza degli ingredienti: e sono tutti prodotti del loro orto o di altri contadini della zona (come il mitico vicino Alvaro). Durante la nostra permanenza avevano appena raccolto zucchine e lattuga – e, infatti, s’è mangiato zucchine e lattuga (in mille forme e tutte buone). Il pane è fatto in casa, come le crostate, la marmellata, la crema di cioccolato (la lupotella) e i pluncake. E, a richiesta, si può avere anche un menù vegetariano.

Noi ci siamo stati col “bebè” – un diavoletto scatenato di un anno e mezzo – e non solo non ci hanno cacciato, ma i proprietari sono venuti incontro alle nostre esigenze e gli altri ospiti si sono dimostrati pazienti e cordiali oltre ogni più rosea aspettativa – merito anche dell’ambiente estremamente rilassato e rilassante, decisamente contagioso.

Certo, che invidia per i vacanzieri che leggevano beati a bordo piscina, godendosi il fresco e il sole dopo una giornata di escursioni, mentre noi si rincorreva il pupetto, pronti a ripescarlo appena si gettava in acqua – la prossima volta ci torno da sola!

Leave a Comment

Previous post:

Next post: