Hawthorne, La lettera scarlatta

October 14, 2010

Insomma, si lascia leggere, però no, non direi proprio che La lettera scarlatta (The Scarlet Letter, 1850) di Nathaniel Hawthorne sia un capolavoro. Lo stile è datato, prosaico, didascalico, segnato da continui, fastidiosi, interventi del narratore. Tutta l’opera è animata da un’intento di edificazione etica: diciamolo, è una specie di operetta morale. Ha poi ragione […]

Read the full article →

McCarthy, La strada

October 12, 2010

La strada (The Road, 2006), di Cormac McCarthy, è un romanzo stupendo, un romanzo terribile. Un tuffo in apnea nel pozzo della natura umana. In uno scenario post-apocalittico, su una Terra devastata, dove non vivono e non crescono più forme di vita, gli ultimi sopravvisuti si aggirano come barboni, trascinandosi i loro stracci, cercando cibo […]

Read the full article →

Cesareo sì, cesareo no

September 27, 2010

Negli anni passati è stata più volte denunciata la tendenza dei medici ad eseguire parti cesarei, senza che ve ne fosse reale necessità, solo per pararsi..le spalle. Si tratta, infatti, di un intervento, ormai di routine, che tende ad annullare i rischi per il nascituro e comporta pericoli minimi, o, comunque, non altamente significativi, per […]

Read the full article →

Un “vero” agriturismo in Umbria

September 10, 2010

L‘agriturismo la Corte del Lupo è uno splendido casale, immerso nel verde e perso tra le colline umbre – tanto che, per arrivarci, dovrete perdervi anche voi e non in senso metaforico! Situato a 1.600 metri  (niente afa e niente zanzare), vicino ad Assisi, Gubbio, numerosi parchi regionali (come quello del monte Cucco, di cui […]

Read the full article →

Shteyngart, Absurdistan

August 11, 2010

Absurdistan di Gary Shteyngart è la storia di Misa Vainberger, un trentenne in imbarazzante sovrappeso, figlio del milleduecentotrentottesimo uomo più ricco di Russia, innamorato di New York, che, inseguendo l’America, si ritrova in Absurdistan, invischiato in una guerra civile. Il termine ‘Absurdistan’ era usato originariamente dai dissidenti dell’est per riferirsi a parte (o a tutta) […]

Read the full article →

Foer, Se niente importa

June 12, 2010

Se niente importa. Perché mangiamo gli animali? (titolo originale, Eating Animals, 2009) di Jonathan Safran Foer è un libro che bisogna leggere. Non perché dica cose che non sappiamo (o, almeno, che non sospettiamo), bensì perché ci mette di fronte alle nostre contraddizioni etiche e ci impone di scioglierle. Pensate sia giusto mangiare cani e […]

Read the full article →

Coe, L’amore non guasta

June 1, 2010

Una delusione. L’amore non guasta (A touch of love, 1989) ripropone alcuni dei temi più ricorrenti della narrativa di Jonathan Coe (l’alternativa caso/necessità, lo sterminato effetto domino che comanda le nostre esistenze, l’adolescenza come periodo chiave della vita), ma li combina in una storia fiacca, senza invettiva, piuttosto noiosa. Per ragioni autobiografiche, non ho potuto […]

Read the full article →

Genna, Hitler

May 19, 2010

Hitler di Giuseppe Genna (Mondadori, 2008) è la storia di Adolf Hitler (dall’infanzia alla morte) più che romanzata, scritta in forma di romanzo. Un testo da cui ho appreso molto su Hitler, la sua personalità, la sua (incredibile) vita, ma anche sulla società tedesca di quegli anni e sul secondo conflitto mondiale: consiglierei di adottarlo […]

Read the full article →

Coe, Circolo chiuso

May 6, 2010

Circolo chiuso (The closed circle, 2004), di Jonathan Coe è la continuazione di La banda dei brocchi e, come questo, vuol essere un intreccio di pubblico e di privato, uno sguardo sulle vicende dell’Inghilterra contemporanea attraverso gli occhi di persone comuni, che fanno la loro vita. I nostri eroi sono cresciuti e l’età adulta non […]

Read the full article →

Coe, La banda dei brocchi

April 12, 2010

Dopo aver giudicato un capolavoro La famiglia Winshaw, certo non potevo non leggere un altro romanzo di Jonathan Coe. La banda dei brocchi (2001, The Rotter’s club, un gioco di parole sul cognome di due dei protagonisti, i Trotter) è la storia di un gruppo di ragazzi, alunni di una scuola esclusiva, ma delle più […]

Read the full article →